vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Caratterizzazione di materiali inquinati attraverso Risonanza Magnetica Nucleare

Caratterizzazione di matrici inquinate, studio dei parametri tipici NMR e delle proprietà petrofisiche ad essi correlate
Ricostruzione 3D, ottenuta con tomografia NMR, di una roccia fratturata.

Recentemente, l’aumento della complessità chimico-strutturale delle matrici inquinate (suoli, acque,…) ha reso necessario lo sviluppo di nuove tecniche analitiche di caratterizzazione ad alto contenuto scientifico. La Risonanza Magnetica Nucleare (NMR) rientra tra queste tecniche e dà la possibilità di caratterizzare materiali inquinati di diversa struttura, dai mezzi porosi (consolidati e non) ai fluidi bulk.

 

L’analisi dei dati NMR in risoluzione temporale - Time Domain based - già famose in ambito petrofisico, rappresentano uno strumento di avanguardia per l’analisi delle proprietà strutturali dei materiali. Queste analisi possono essere accompagnate da Tomografia NMR, che consente anche una caratterizzazione di tipo spaziale.

La ricerca in ambito CIRI Energia e Ambiente si occupa in modo particolare di caratterizzazione NMR TD-based di suoli inquinati, in modo non invasivo e non distruttivo. Vengono studiate le proprietá petrofisiche (porositá, acqua irriducibile,…) che possono essere eventualmente correlate ad analisi di tipo chimico, al fine di ottenere informazioni utili per migliorare le successive operazioni di bonifica.