vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

Chi siamo

Il Centro Interdipartimentale per la ricerca Industriale (CIRI) Energia e Ambiente fa parte della rete di strutture per la ricerca e l’innovazione della regione Emilia Romagna dedicate alla ricerca industriale ed al trasferimento tecnologico. L'obiettivo primario del CIRI Energia e Ambiente è quello di fornire una risposta articolata alla domanda di integrazione tra le istanze del mondo dell’impresa e della produzione e quello della ricerca, fornendo il supporto scientifico e tecnico per promuovere l’innovazione nel settore dell'energia, dello sviluppo di fonti rinnovabili, dell'ottimizzazione dei processi produttivi e delle attività antropiche.
Il CIRI Energia e Ambiente ha nello studio del ciclo di vita dei prodotti e del riciclo, una delle sue attività principali

Il “Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Energia e Ambiente” (Ciri Energia e Ambiente) fa parte di un sistema costituito da sei centri di ricerca “CIRI”, creati dall’Università di Bologna nell’ambito della “Rete ad Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna”. Tale network aggrega le istituzioni accademiche, i poli dell’innovazione e i centri di ricerca pubblici presenti sul territorio regionale, con l’obiettivo di offrire competenze, strumentazioni e risorse al sistema produttivo, operando nei settori della ricerca industriale e dell'innovazione.

 

La costituzione dei CIRI e la realizzazione dei Tecnopoli trae origine in un progetto finanziato dal Programma Operativo Regionale, rientrante all’interno del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) 2007-2013: nel progetto, estremamente ambizioso, sono coinvolti complessivamente 1.600 ricercatori, di cui 560 giovani neo assunti.

 

Nell’ambito della “Rete ad Alta Tecnologia dell’Emilia Romagna”, la mission del CIRI Energia e Ambiente consiste nello sviluppare e trasferire tecnologie e metodi innovativi per il controllo della qualità ambientale e la gestione delle risorse naturali, in particolare nei macrosettori di:

  • Sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili;
  • Analisi e (ri)progettazione di sistemi, prodotti, processi produttivi ed attività antropiche   in genere;
  • Ottimizzazione dell’uso e minimizzazione del recupero di materia ed energia.

 

I macro ambiti di intervento del CIRI Energia e Ambiente, quindi, sono i seguenti:

  • Controllo e protezione ambientale;
  • Supporto alle aziende impegnate nella produzione di tecnologie e nell’offerta di servizi ambientali e agli attori coinvolti nella filiera di produzione energetica;
  • Supporto alle imprese di tutti i settori interessate a minimizzare il proprio impatto ambientale